Il turista responsabile

Home > Utility > > Il turista responsabile
Il turista responsabile

Anche se per qualcuno, la scoperta del nostro territorio può essere solo un "piccolo viaggio" fuori porta ricorda sempre queste piccole regole che ti potranno aiutare 

  • viaggia sempre con spirito di umiltà e con genuino desiderio di vedere e godere le bellezze che il territorio ti può offire.
  • sii consapevole dei sentimenti degli altri evita comportamenti offensivi, sopratutto nell'utilizzo del telefono cellulare e della macchina fotografica.
  • chiediti se il tuo arricchimento, in viaggio, va a scapito di qualcuno o qualcosa.
  • dopo il viaggio riservati uno spazio di riflessione per approfondire la compressione di ciò che hai visto e vissuto.

 

 Nei parchi e nelle aree verdi

  • Rispetta i fiori e le piante: i loro colori ed i loro profumi sono lì anche per chi passerà dopo di te;
  • quando avvisti degli animali, tieniti a distanza: rischi di spaventarli. Hanno paura anche dei cani che, per questo, è necessario tenerli sempre sotto controllo;
  • anche gli anfibi, i rettili e gli invertebrati (insetti, molluschi ecc.) sono fondamentali nell'equilibrio della natura e meritano il tuo rispetto;
  • minerali e fossili vanno lasciati dove sono. Sono lì da milioni di anni (anche grazie al rispetto di chi ti ha preceduto);
  • impara ad ascoltare i rumori della natura. Smorza i toni e accendi i tuoi sensi. Il Parco è tutt’altra musica;
  • non buttare i rifiuti a terra, e se decidi di fare un pic nic, raccogli i tuoi rifiuti differenziandoli e portandoli nel più vicino punto di raccolta (ogni parco ne è provvisto) o direttamente a casa.
  • ricorda di programmare percorsi in base alle proprie capacità tecniche, di allenamento e al tempo che si ha a disposizione per tornare indietro;
  • è importante dotarsi di attrezzature idonee e curare l'abbigliamento che deve essere comodo/sportivo, con calzature adeguate come scarpe da trekking;
  • in caso di escursione lunga, porta con té cibo e acqua per non incorrere in calo di zuccheri e malesseri dovuti alla fame;
  • prima di iniziare l'escursione, accertarsi che il cellulare sia carico e memorizza i numeri di soccorso sanitario 118 e quello del Corpo forestale 1515;
  • munisciti di carte dei sentieri che si intendono percorrere, reperibili gratuitamente presso le Proloco.
  • in caso di maltempo non sostare in prossimità di alberi o di pietre ed oggetti acuminati che potrebbero agire da parafulmine, ma tenersi ad una distanza di 200-300 metri. Meglio trovare riparo presso anfratti.
  • non  sostare sui prati con le automobili e rimanere su percorsi asfaltati;
  • accendi fuochi per barbecue solo dove esistono aree appositamente attrezzate, ricordando che ogni fuoco è un potenziale pericolo per tutte le aree verdi. Anche in aree attrezzate e in condizioni climatiche non favorevoli agli incendi, ricordarsi sempre di essere CERTI di avere spento tutto, anche la brace;
  • se ti fermi ad ammirare i fontanili ricorda che quest'ultimi sono delle preziose risorse idriche , dall'inestimabile valore ambientale (la loro biodiversità è unica e va tutelata)  e storico tipici di questo territorio.